Il Settore Propaganda partecipa al Torneo “Città di Segni”

È stata davvero una bella esperienza quella vissuta domenica scorsa dai circa 50 piccoli rugbisti che hanno partecipato al Torneo “Città di Segni”. Una competizione dedicata alle categorie del Settore Propaganda dall’Under 6 all’Under 12 davvero ben organizzata dagli amici del Rugby Segni, terminata con un ottimo terzo tempo di festa e una premiazione per tutti i partecipanti. Diciannove ragazzi Under 12 per Davide Martini che così ha commentato la giornata. «Un torneo con 16 squadre, che ha dato possibilità soprattutto ai ragazzi più piccoli e arrivati quest’anno di giocare tanto. Al di là della classifica, la giornata è stata davvero positiva perché l’atteggiamento di tutti i ragazzi presenti, soprattutto dopo le correzioni che venivano fatte rispetto ad alcuni errori, si è dimostrato di ascolto e voglia di migliorarsi. Un torneo adeguato alle conoscenze e alle possibilità di tutti che ci ha offerto ottimi spunti di crescita». Per la categoria Under 10, a scendere in campo sono stati i più piccoli 2010. «Abbiamo deciso di far giocare chi è al primo anno della categoria – hanno detto Alberto Fiorani, Pierfrancesco Carinci, Leonardo Ilfi e Francesco Pizzino – e siamo soddisfatti perché i ragazzi non si sono fatti intimorire dall’incontro con i più grandicelli. Hanno dato tutto quello che potevano e, nonostante alcune partite in cui abbiamo subito la differenza fisica, abbiamo riscontrato tanto impegno e voglia di fare, soprattutto nella fase difensiva allenata ultimamente. La partecipazione e il sostegno dei genitori sono stati importantissimi e hanno contribuito a rendere davvero speciale una giornata dedicata al rugby».
Presenti anche gli Under 8 giallorossi, che Sara Taffettani, Marco Salvatori, Annamaria Gizzi e Arianna Corbucci hanno selezionato in base alla presenza agli allenamenti. «Abbiamo all’orizzonte tanti appuntamenti e altri tornei – hanno commentato – ci aspettano le trasferte di Prato, Modena e Perugia più altre esperienze qui nei dintorni. Domenica abbiamo deciso di premiare la costanza e la presenza. La giornata è stata lunga ma piacevole e ben organizzata. Siamo stati colpiti molto dalla grinta e dalla combattività dei bambini che andavano a giocare ogni pallone e dal fatto che tutte le partite siano state affrontate con una determinazione che ultimamente avevano un po’ smarrito. Bene così!»
Prima esperienza ad un torneo per i piccoli Under 6 accompagnati dai giovanissimi Michael Campbell e Andrea Paoloni. «I bambini – hanno commentato gli educatori – nonostante la giornata piuttosto lunga, si sono comportati benissimo e si sono divertiti tanto. Questa domenica ci siamo divisi in due squadre, una delle quali ha partecipato al raggruppamento organizzato dall’Unione Rugby Capitolina, mentre l’altra qui a Segni. Pensando a questa giornata, abbiamo deciso di portare i bambini più piccoli e ancora poco confidenti rispetto alle dinamiche di gioco, così che potessero avere tutti l’opportunità di esprimersi e di emergere senza “nascondersi” dietro ai più grandicelli. Scelta che si è rivelata assolutamente positiva, visto che hanno fatto meta praticamente quasi tutti e ci sono state due prime mete. Siamo all’inizio di un percorso lungo ma sicuramente bello ed importante, anche per noi educatori che ci confrontiamo ogni giorno con loro». Esperienza diversa per la squadra impegnata sui campi di via Flaminia e accompagnata dalla responsabile Under 6 Valentina Passerini. «Ottima giornata e tanto divertimento per le 23 squadre presenti e per i nostri piccoli che hanno segnato tante mete e vinto tante partite. Siamo soddisfatti del gioco ma soprattutto del fatto che li vediamo scendere in campo sempre con il sorriso e felici di esserci e giocare insieme agli altri». 
Ricordiamo che invece l’Under 14 sabato pomeriggio ha incontrato a Cocciano la Nuova Rugby Roma. Soddisfatto, nonostante il risultato a sfavore dei giallorossi, Andrea Barbati. «I ragazzi sono stati molto bravi – ha detto il tecnico – soprattutto nella ricerca della continuità che si è rivelata ottima ed efficace. In settimana avevamo lavorato la costruzione del muro e la salita difensiva: è andata bene ma ci sono sicuramente molte cose da migliorare rispetto a questo aspetto fondamentale sul quale continueremo a tornare nelle prossime settimane».