Presentazione del progetto

scarica la presentazione progetto frascati rugby club- 18 giugno 2015

Photo Gallery

Lavoro, umiltà e determinazione. Un nuovo inizio per il movimento rugbistico tuscolano,  che ieri nell’agriturismo “Tenuta Santi Apostoli“ ha partecipato con entusiasmo alla presentazione del Frascati Rugby Club, l’associazione sportiva nata lo scorso 10 giugno grazie all’iniziativa di tecnici, genitori e appassionati della palla ovale che, come ha detto il presidente Ferdinando Capece Minutolo, hanno deciso di “gettare il cuore oltre l’ostacolo” per riportare in alto i colori giallorossi. All’incontro erano presenti, oltre al sindaco di Frascati, Alessandro Spalletta, anche i consiglieri di minoranza Mirko Fiasco ed Emanuele Dessì.  In rappresentanza della Federazione Italiana Rugby è intervenuto Gino Donatiello, tutor del centro di formazione di Frascati. Presenti anche le ragazze della squadra femminile.

il sindaco di Frascati con il gruppo dei soci fondatori «Abbiamo scelto di creare una società – ha dichiarato il presidente -basata sulla concretezza, il confronto tra i soci, l’apertura al dialogo con altre realtà, orientata a ricostruire un ambiente in cui si possano radicare delle ambizioni sportive e soprattutto si riescano a realizzare degli obiettivi. Ora la priorità – ha proseguito Capece Minutolo – è assolutamente rientrare in possesso dell’impianto di Cocciano e riaprirlo all’attività sportiva nel più breve tempo possibile. L’obiettivo di medio termine invece, un paio di anni circa, è il rifacimento del manto erboso del campo di gioco, mentre le nostre aspettative a lungo termine mirano a far diventare Frascati un’eccellenza: un punto di riferimento nazionale e internazionale. Per realizzare tutto questo saranno importanti le competenze di ciascuno di noi e di chiunque voglia mettersi a disposizione del nostro club, nel rispetto dei valori che caratterizzano questo sport».

Apprezzamento per l’iniziativa è stato espresso dal sindaco  Alessandro Spalletta, da sempre appassionato di rugby, che nel suo intervento si è detto in «piena sintonia con il progetto presentato» e ha sottolineato come «sia impossibile pensare Frascati senza il rugby», assicurando il suo sostegno al club e augurando che questo possa «far tornare la società ai livelli di un tempo».

«Vogliamo creare un club di massimo livello – ha dichiarato uno dei soci fondatori, Bruno Formicola  – dove tutti abbiano il piacere di partecipare ad un processo di crescita caratterizzato dalla passione e dall’impegno personale e collettivo, creando un processo che si sostenga e si rigeneri nel tempo».

Logo Frascati Rugby Club«Fondamentale  – ha dichiarato poi il direttore tecnico Alejandro Villalon indossando una maglia con il nuovo logo del club, presentato nel corso dell’incontro è formare non solo atleti, ma soprattutto uomini, perché prima di ogni sportivo esiste una persona con dei principi e dei valori. Sono davvero orgoglioso di poter contribuire alla formazione di questi ragazzi, potendo lavorare con un gruppo di allenatori dalle grandi qualità umane, oltre che tecniche. Sono fiducioso e sono convinto che sarà impossibile sbagliare, perché al centro di questo progetto è stato messo lo sport, senza nessun secondo fine».