Una ventata di positività arriva da giovani e giovanissimi del club

In questo report che riguarda più da vicino il fine settimana vissuto sui campi da gioco per i nostri ragazzi più “piccoli”, gli educatori Andrea Barbati e Davide Martini, hanno voluto mettere in evidenza l’impegno dei nostri bravi Under 14, anche in vista di un appuntamento di verifica importante come il Superchallenge di Categoria che si disputerà sabato 23 e domenica 24 sui campi dell’Unione Rugby Capitolina. «Vogliamo fare i complimenti a questo bel gruppo – hanno detto – che si sta allenando con costanza e dedizione. Siamo sempre in tanti durante la settimana – ha commentato Barbati – e questo atteggiamento positivo si traduce in performance come quelle di sabato, in cui le consegne sono state rispettate in pieno. Avevamo richiesto di mantenere un gioco più fluido e i ragazzi ci sono riusciti ottimamente. Sabato abbiamo vinto con il Nea Ostia ma ora dobbiamo rimanere concentrati, mantenendo la fiducia in noi stessi e in quello che sappiamo fare».
Conquistano un’altra vittoria anche i più grandi Under 16 guidati da Giorgio Farina, comunque non del tutto soddisfatto della prestazione con la Primavera Rugby, battuta 36 a 15. «Sicuramente – ha detto Farina – siamo migliorati molto nella salita veloce per mettere pressione in difesa, ma spesso abbiamo sprecato tutto commettendo fallo. In attacco ci siamo mossi meno rispetto alle ultime partite, ma siamo riusciti comunque ad essere efficaci come portatori, avendo un avanzamento che ci permetteva di essere vincenti. In line a generale il gruppo sta rispondendo bene alle nostre proposte e siamo contenti di ciò che stiamo riuscendo a realizzare. Complimenti alla Primavera che non ha mai mollato fino alla fine».
Raggruppamento organizzato egregiamente dalla Primavera Rugby nell’impianto di Tor di Quinto, in una domenica baciata da un sole piacevolissimo e che ha visto portagonisti tantissimi Under 8 e Under 10. I giallorossi si sono presentati all’appuntamento con 3 formazioni Under 8 e 2 Under 10. Bei placcaggi e mete importanti, che hanno saputo emozionare e commuovere… «Tante presenze in Under 8 – ha commentato Anna Maria Gizzi –  che ci hanno permesso di verificare con tutti il lavoro svolto nel corso della settimana. Bene la difesa: molti placcaggi individuali e attitudine “nell’andare a prenderli a casa loro”, come diciamo ai bambini. Bene anche la difesa della palla al portatore. C’è ovviamente tanta strada da fare ma, grazie anche al confronto con altre squadre, abbiamo trovato dei punti su cui soffermarci nel prossimo periodo. Miglioreremo il sostegno immediato e la capacità di riconoscere quando e come aiutare un compagno. Piccolo appunto ma fondamentale per la crescita: il comportamento…con il contributo delle famiglie lavoreremo insieme!» I ragazzi Under 10, divisi per esperienza e competenza in accordo con gli educatori delle altre società, hanno potuto misurarsi con i loro pari età rispetto a diversi aspetti di gioco. «I più esperti – ha detto Pierfrancesco Carinci – hanno rispettato le consegne del lavoro settimanale, inserendole nel contesto più ampio del lavoro effettuato da inizio anno. Alcuni dei più piccoli hanno dimostrato un’ottima crescita ed evoluzione di gioco, mentre per alcuni sono emerse ancora delle difficoltà dal punto di vista “affettivo”, ossia la confidenza nei confronti del contatto con l’avversario o con il terreno. Da ora in poi speriamo che possa migliorare la presenza agli allenamenti, anche in vista della preparazione dei Tornei primaverili».